Rapidità e velocità, come e perché allenarli

Dopo forza e resistenza affrontiamo l’argomento velocità e rapidità, cosa sono, a cosa servono e soprattutto come si allenano.

Prima di tutto bisogna sapere che la velocità e la rapidità sono due concetti simili ma comunque diversi. Prima di iniziare è bene aver chiare le differenze e decidere quale delle due si vuole allenare.

Rapidità vs Velocità

La rapidità rappresenta la capacità di reagire nel minor tempo ad un stimolo ed è strettamente legato alla rapidità dell’impulso nervoso. Sfortunatamente questo dipende quasi solo da fattori genetici. Per questo motivo il massimo miglioramento della rapidità che vi potete aspetta si aggira solamente intorno al 18-20%.

Allenamenti specifici li fanno i piloti professionisti (Formula 1 e MotoGp) e consistono nello sviluppare reazioni ad impulsi random.

La velocità è invece la capacità di eseguire un determinato movimento o di spostarsi nello spazio per minor tempo possibile. Come già si intuisce, la velocità dipende tanto della preparazione fisica globale, perché i muscoli coinvolti devono essere in grado di eseguire il movimento con facilità. Questo implica avere ottimi livelli di forza e di destrezza.

Dando per scontato che si parta da uno stato di forma adeguato, cosa dobbiamo fare se vogliamo migliorare la velocità? E perché dobbiamo allenare la velocità?

Perché allenare la velocità?

La risposta è piuttosto semplice, come già detto nei articoli precedenti se volete raggiungere una preparazione fisica a 360 gradi dovete dedicare il giusto numero di allenamenti a ciascuna capacità di base.

Se siamo atleti agonistici, o comunque appassionati di sport, è chiaro che la velocità e la rapidità sono 2 capacità fondamentali durante la nostra attività sportiva.

Oltre a questo però la velocità ci aiuta anche nella vita quotidiana. Spesso ci troviamo in condizioni tali per cui reagire in maniera rapida e precisa è l’unica cosa che possiamo fare per evitare di pagare conseguenze più o meno gravi. Allenando la rapidità e la velocità abbreviamo il tempo necessario dal momento in cui viene scaturito l’impulso nervoso al completamento del movimento necessario.

Come allenare la velocità?

La prima regola per allenare la velocità è di farlo ad inizio allenamento. Più precisamente subito dopo il riscaldamento. Questo perché sia la sistema nervoso che i muscoli devono essere freschi per ottenere un risultato ottimale e ridurre il rischio di infortuni.

Il carico non deve essere elevato per permettere di eseguire il movimento nel minor tempo possibile. Le serie sono di scarsa durata e le pause tra una serie e l’altra deve essere abbastanza lunga da permettere al muscolo di riposarsi ed inizia la serie successiva in condizioni adeguate.

Nell’articolo sulla resistenza, abbiamo parlato della resistenza alla velocità. Questo  non è altro che la capacità di mantenere alti tassi di velocità per il maggior tempo possibile ed è importantissimo per tantissimi sport. Allenare la resistenza alla velocità si deve eseguire il movimento scelto al 90-95% della velocità massima con pause brevi tra le ripetute e lunghe tra le serie.

Conclusioni

Allenare la velocità può risultare molto divertente e gratificante sopratutto perché rapidamente inizierete a rendervi conto dei risultati dell’allenamento. Tenete quindi traccia delle vostre prestazioni in modo di poter operare confronti. Per esempio vi sentirete davvero bene quando vi renderete conto che il tempo che ci voleva il mese prima per fare 10 BURPEES è diminuito tanto.

Sta a voi sperimentare in palestra e perché no, meravigliarvi di come il nostro corpo si adegua allo stress e migliora le sue prestazioni.

Noi ci aggiorniamo la prossima settimana, quando parleremo di altri “miracoli” che il nostro corpo ci può donare.

Stanislav Genchev

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *